CON LE PINNE, UN LIBRO E GLI OCCHIALI

Nastorix non va in vacanza, ma ci auguriamo che voi non seguiate il nostro esempio. Per questo abbiamo creato una mini-guida letteraria ad hoc per trovare il libro che fa al caso vostro, in qualsiasi parte del mondo voi decidiate di spedirvi.

Per quest'anno non cambiare 

Per quelli di voi che alla spiaggia e alla salsedine soprattutto italiana non sanno rinunciare, la scelta giusta non può che ricadere su di un classicone: "La bella estate" di Cesare Pavese. Nella storia non mancano di certo momenti di nudità, relazioni complicate, e storie adolescenziali. Se ciò non bastasse ci sono altri due racconti - il libro è infatti in realtà una raccolta - ossia "Il diavolo sulle colline" che non vi farà sentire l'astinenza dalla droga e "Tra donne sole" che vi farà tornare in città senza rischiare il post-vacation blues.

Alexanderplatz

Chi invece opta per un tour di una capitale europea, consiglio vivamente "Opinioni di un clown" di Heinrich Böll. Troverete sicuramente l'ispirazione per farvi una birra in più, ma nel frattempo vi farà riflettere sui temi cardine che gestiscono la vostra vita: amore, politica, famiglia ma soprattutto amicizia. E nulla vi vieta pur di mantenere il sorriso di cambiare rotta e compagnia, visto che il libro è un intero mix di luoghi e tempi differenti.

Dolce amore del Bahia

Se il vostro spirito avventuriero ha la meglio, e come meta avete scelto un'isola tropicale dove staccare dal mondo intero per qualche settimana solo un libro come "Ghiaccio-nove" di Kurt Vonnegut può entrare nella vostra valigia. All'improvviso vi pentirete di non aver scelto Hiroshima, e di lì in poi sarà solo peggio. Un po' ve lo meritate se siete su un'isola semi-deserta, anche solo perché così non sentirete la mancanza di casa.

La cina è vicina

Premesso che vi sto invidiando moltissimo, se siete in uno dei paesi del Sol Levante non potete fare a meno di portare con voi "La fine del mondo e il paese delle meraviglie" di Haruki Murakami. Pur non essendo il miglior libro dell'autore a mio avviso vi proietterà direttamente in una dimensione parallela: la stessa che starete vivendo otto ore prima di noi. Alternativa hipster, qualsiasi cosa di Banana Yoshimoto, tanto alla peggio se finite col suicidarvi laggiù diventate spiriti e cadete comunque in piedi.

We're going to Ibiza

"Come fare più sesso. Tecniche avanzate per conquistare una donna" di Michele Bagnoli per lui, "Il metodo Valérie. Sesso e seduzione: come diventare infallibili" di Valérie Tasso per lei. Non serve aggiungere altro.

Elogio della solitudine 

Qui mi rivolgo ai temerari che scelgono luoghi desolati o abbandonati per le loro ferie. Se avete posto nello zaino, non ci sono libri migliori di "Il lupo della steppa" di Hermann Hesse e "Il deserto dei tartari" di Dino Buzzati. Amplieranno entrambi il valore della solitudine che state vivendo, e troverete le stesse emozioni sconcertanti che state provando nelle lande desolate parola dopo parola. Tornereste comunque cambiati, ma sicuramente farlo con due miti della letteratura mondiale che vi portano per mano sarà ancora meglio.

Tutta mia la città

Siete tra quelli per cui la partenza equivale soltanto a quella del moto GP e vi tocca passare l'estate in città, magari pure a lavorare? Armatevi di tessera della biblioteca e cercate ogni libro di Jonathan Coe: partite pure da "La Banda dei Brocchi" per procedere a ritroso con "La Famiglia Winshaw" fino a "Circolo chiuso". E se proprio l'afa non vi da tregua concludete questo agosto con "La pioggia prima che cada". Sarete quelli che in ufficio a settembre, pur avendo la carnagione di un morto, sembrerete più vivi.

Dove trovare i libri citati:

Cesare Pavese, La bella estate, Mondadori, 1983
Heinrich Böll, Opinioni di un clown, Mondadori, 2001.
Kurt Vonnegut, Ghiaccio-nove, Feltrinelli, 2008.
Haruki Murakami, La fine del mondo e il paese delle meraviglie, Einaudi, 2008.
Michele Bagnoli, Come fare più sesso. Tecniche avanzate per conquistare una donna, Lampi di Stampa, 2012.
Valérie Tasso, Il metodo Valérie. Sesso e seduzione: come diventare infallibili, Ultra, 2014.
Hermann Hesse, Il lupo della steppa, Mondadori, 1996.
Dino Buzzati, Il deserto dei tartari, Mondadori, 2011.

Per tutta la bibliografia di Jonathan Coe invece potete guardare il catalogo IBS oppure più semplicemente consultare l'OPAC bibliotecario.

Leave a reply

*