Inseminazione Artistica - la mostra disobbediente

Ultimamente si parla molto di difendere le nostre radici, la nostra cultura salvo poi scoprire che tendenzialmente gli italiani, praticamente, non leggono manco un libro l'anno o non sono mai entrati in un museo o in un teatro. Montiamo presepi, appendiamo crocifissi e guardiamo la tv. Il mondo dell'arte sembra essere una chimera, un'oasi per pochi eletti, quando invece è l'unica strada che può realmente dare delle risposte, attraverso percorsi non convenzionali che ci guidano attraverso concetti ed estetiche più ampie, utopiche e molto più reali della bolla di nulla che ci soffoca, impedendo l'analisi e l'autocritica. Però, caspita, facciamo tutti uno sforzo: pubblico di tutta la penisola, unitevi! Scherzi a parte, fortunatamente esistono realtà indipendenti che resistono, producono e promuovono l'arte attraverso iniziative e progetti fruibili a tutti. È il caso di Progeas Family, collettivo di Firenze, che ho conosciuto durante una delle loro tante iniziative: Inseminazione Artistica-la mostra disobbediente, tenutasi al Circolo ARCI di via Peretola 48, nata con l'intento di promuovere la Street art e l'arte contemporanea in quella che è considerata la culla del Rinascimento. Le opere, circa 140, erano installate su pannelli di 80x49 al primo piano del Circolo, in attesa di essere collocate per tutta la città, dove sono attualmente (qualcuna è stata portata via da qualche estimatore).

 Senza titolo1 Senza titoloSenza titolo2

La musica, le opere, il pubblico, creavano un atmosfera di sana ribellione agli schemi ormai definiti tradizionali, e qualche pannello mi ha colpito particolarmente. Ho incontrato il collettivo e ho scambiato con loro qualche battuta.

Cos'è Progeas Family? Potete raccontarci la vostra storia?
La Progeas Family è formata da un gruppo di ragazzi del Progeas (il corso universitario), nasce come staff di organizzazione di eventi, ma già dai primi mesi di attività si è distinto per la presenza di performance artistiche all’interno delle serate

Cos'è per voi l'arte?
Per noi l’arte è un bellissimo mezzo di espressione attraverso il quale l’artista esprime se stesso. L’arte può essere musica, pittura, scultura, può avere un fine puramente estetico o anche mandare un messaggio sociale, l’arte può far riflettere oltre che far godere i sensi ed è per questo che per noi e per chi la sa apprezzare è importante.

Arte e ribellione: potete spiegarci il concetto? Anche nel caso specifico di Inseminazione Artistica

Spesso nella storia ci sono stati artisti che hanno contestato o comunque criticato aspetti e ipocrisie della società, e con la loro arte hanno influenzato e fatto riflettere persone e intere generazioni. Oggi le cose sono cambiate e gli artisti non hanno gli stessi spazi e la stessa visibilità di un tempo, la nostra mostra disobbediente è uno spazio che gli artisti si prendono senza autorizzazioni, disobbedendo appunto, e lo fanno per mandare un messaggio chiaro, cioè gridare alle istituzioni la presenza di un mondo fatto di artisti, associazioni e idee che hanno tanto da dire ma nessuno spazio per esprimersi.

La ribellione esige l'accettazione, l'ammissione dell'esistenza, di un concetto che si vuole combattere o negare. L'arte non dovrebbe essere un concetto universale?

L’arte si, è un concetto universale, da noi usata, nel caso della mostra disobbediente, per declinare in diverse forme la disobbedienza che non è necessariamente sinonimo di ribellione.
Nel caso dell’inseminazione artistica infatti parliamo di disobbedienza e non di ribellione.

Numeri e contenuti di Inseminazione Artistica: com'è andata?
Tutto è andato benissimo, altissima partecipazione sia di artisti che di pubblico, la mostra, oltretutto, è stata un successo anche per il livello qualitativo delle Opere, speriamo di riuscire a essere in grado di mantenere vivo l’interesse per questo nuovo tipo di eventi.

Progetti futuri
Tanti...abbiamo molte porte aperte e altrettanti progetti in testa che speriamo di riuscire a concretizzare. Una cosa è sicura non ci occuperemo solo di mostre e arte....

Ho dimenticato di chiedervi qualcosa o avete qualcosa da aggiungere? Anche curiosità
Tra le altre cose stiamo cercando di dare spazi alla street art, affinchè i comuni ne colgano le potenzialità, come la rivitalizzazzione di zone grigie e mal curate di centro e periferia.

Leave a reply

*