La vera storia di Chupiti d'Annata

Amici miei, sono Gionni, quello vero, autore di Chupiti d'Annata. Ormai non siete più i soliti quattro gatti fraterni a seguirmi, siete in tanti e mi accorgo che non a tutti è chiaro il senso di questa rubrica, e alcuni mischiano finzione con realtà. Quindi oggi narro la vera Storia di Chupiti d'Annata. Esatto, già sentito, riprende il titolo di un noto film su Jack lo Squartatore. L'ho fatto apposta, è pertinente con quello che voglio dirvi.

Fedele all'idea del sito, articoli brevi ma gustosi (come un buon chupito), la rubrica nasce con lo scopo di riprendere le storie di personaggi storici che per vari motivi mi hanno affascinato o colpito, attraverso le loro vite, imprese o particolarità che li han reso celebri; alcuni sono famosi, (li abbiamo sentiti nominare almeno una volta), altri sono sconosciuti ai più, altri sono semplicemente malvagi oltre la più brutale immaginazione. È evidente che scrivo per passione, mi viene naturale, e per rendere gustosi i miei chupiti, narro le vicissitudini di personaggi fittizi che creano lo spunto o la riflessione per presentare il protagonista della puntata. Sono scritti in prima persona, ma la voce narrante NON SONO IO; a quanto pare è un artista di successo che trascorre il suo tempo libero a bere al Bar Storix, che non esiste e non è geo localizzato neanche nella finzione, si trova in una non precisata città. I personaggi che ruotano attorno al bar sono liberamente tratti da film cult e i loro dialoghi sono spesso citazioni, o del protagonista del giorno o anch'essi liberamente tratti da altri film o canzoni di artisti italiani. Di seguito i personaggi principali, che indirettamente ci forniscono anche di un breve riassunto delle puntate precedenti.

Lloyd: è il proprietario e barista di Storix, tratto dal film "Shining" di Stanley Kubrick. Organizza incontri clandestini nello scantinato del bar, denominato SpartaClub, dove è evidente il riferimento a "Fight Club" di David Fincher. Ha da poco ripreso la sua relazione con sua moglie, la Signorina Gradisca. La Gradisca è liberamente tratta da "Amarcord" di Federico Fellini, denominata signorina perché nessuno sapeva fosse la moglie di Lloyd; compare all'improvviso, fonda un suo tiaso dove raduna giovani ragazze una volta a settimana all'interno di Storix, reso elegante per l'occasione. Seduce Gionni, che insegna alle ragazze, per ingelosire il marito; ma Gionni si stanca prima e tra i due nasceranno dissapori ancora da narrare. Infine presento Dick, liberamente tratto dal cartone animato "Wacky Races- le corse pazze" (tratto dal film "The Gumball Rally"  di Chuck Bail che in italiano è "La corsa più pazza del mondo"); è uno stimato professore, illustre autore, che però ha il vizio di bere forte, e nella sua follia alcolica spesso coglie il vero significato della situazione che man mano vivono i protagonisti; le sue citazioni sono leggendarie per come si palesano. L'ultima arrivata è Jessica Rabbit, che nelle prossime puntate sarà chiamata Jess, liberamente tratta da "Chi ha incastrato Roger Rabbit" di Robert Zemeckis.

Gli episodi sono del tutto frutto della mia fantasia, pertanto nessuno spunto o episodio è realmente accaduto, nemmeno in parte, dunque rilassatevi e godete dei prossimi chupiti.

Leave a reply

*