Rispetto prima di tutto

Nella giornata in cui tutti si aspettavano la Juve ufficialmente campione, l'unico vero verdetto è la retrocessione del Chievo. Il Napoli infatti s'impone al Bentegodi grazie ai primi due gol in campionato di Koulibaly, mentre i bianconeri cadono inaspettatamente a Ferrara. Vero è che la squadra di Allegri si è presentata in terra estense con una formazione piena di giovanissimi e forse con la presunzione di chi pensa di riuscire a strappare un pari, giocando con i bambini della scuola calcio, più qualche "big" o, con la sicurezza di chi ha tanti match point da giocarsi.

Db Torino 08/04/2018 - campionato di calcio serie A / Torino-Inter / foto Daniele Buffa/Image Sport
nella foto: Luciano Spalletti

Ma la partita più importante, aspettando poi stasera l'Atalanta, si è giocata a San Siro, dove il Milan si è aggiudicato l'intera posta in palio contro la Lazio, grazie ad un rigore di Kessie. L'ivoriano, oltre a risultare il man of the match, si è preso gli onori delle cronache per aver esposto, insieme al compagno di squadra Bakayoko, la maglia che Acerbi aveva scambiato; personalmente credo che, se ci fossero mai stati dubbi sull'età anagrafica di Kessie, siano aumentati adesso, ma al contrario (ovvero dimostra molti meno anni di quelli che ha, a giudicare dai comportamenti). Pure la milano nerazzurra gioisce e la pace armata tra Icardi e l'Inter pare funzionare, ma sarà molto probabilmente di accompagnamento alla separazione, più che preventivata, a giugno; senza fascia, ha perso pure il ruolo di rigorista, passato a Perisic, suo "grande amico" come tutti noi sappiamo.

 

Per concludere, un pensiero velocissimo sull'espulsione di Zaza; sono veramente contento che finalmente gli arbitri espellano chi li manda a quel paese per principio. Spero si continui su questa strada, che troppe volte abbiamo visto mancanze di rispetto pesanti passare nel dimenticatoio. Buon proseguimento di campionato a tutti.

Leave a reply

*