Tranquilli, ci penso io!

Quando il difensore te la svolta; animati dall'idea che se ce l'ha fatta De Sciglio, allora tutto è possibile, sia Cristiano Biraghi che Andrea Ranocchia (con la fascia di capitano nuovamente al braccio tra l'altro) hanno deciso di prendersi la loro rivincita; vero è che se i punti li portano giocatori che hanno confidenza col goal quasi quanto un portiere, viene da sè che qualche "problemino" le loro squadre devono averlo (Antenucci ha segnato quanto Simeone).

E mentre a Torino si va a sciare invece di giocare a pallone, a Cagliari il Napoli passa un po' come faceva Attila e la Roma decide di continuare a perdere in casa, tutto per la felicità dei "solitamente tranquilli" tifosi giallorossi; a Genova va in scena un Duvan Zapata che inizia l'azione come Weah contro il Verona e la finisce come Sheva contro la Juve, ma col piede opposto; a Verona e Bologna vincono le squadre di casa, ma sono Torino e Genoa a dominare, con un Goran Pandev in versione Revenant, vicino ad un goal incredibile, da strapparsi i capelli, quindi meglio per lui che non abbia segnato. Chiusura con il Sassuolo: i giocatori non sembrano avere la mentalità per lottare per non retrocedere, forse siamo vicini alla fine di una favola?

Leave a reply

*