dislike, facebook, social

Facebook e altre realtà

Chi ci segue da un po’ sa che qui a Nastorix non risparmiamo critiche a Facebook ed ai social in generale (qui e qui). I social cambiano la nostra vita, la guidano, decidono amicizie, comportamenti, modalità d’informazione e comportamenti d’acquisto.

Durante l’F8, la conferenza dedicata alla comunità di sviluppatori di Facebook che si è tenuta la settimana scorsa a San Francisco, è emerso come questo fenomeno si stia sviluppando e dirigendo verso una nuova direzione: la nuove forme di realtà.

Lo scorso febbraio è cambiato il modo con cui diamo spesso la nostra opinione online: il “Mi Piace”. Poco più di un mese fa infatti sono diventate disponibili le reactions, 6 nuove alternative al classico pollice alzato che ampliano lo spettro di emozioni che è possibile ora esprimere con un solo click.

Altra novità di quest’anno sono i bot. Sulla scia di Telegram infatti, anche Facebook sta testando ed integrando dei bot all’interno di Messenger per metterli al servizio di aziende e società che sulla erogazione istantanea di un sevizio ci fanno bei soldoni.

Istantanei sono anche gli Instant article, la nuova modalità di lettura di articoli. Tutti gli editori infatti, di qualsiasi tipo e dimensione, potranno ora pubblicare direttamente su Facebook sfruttandone la sua velocità di caricamento. In questo modo i lettori dovranno aspettare meno tempo per veder caricato l’articolo che intendono leggere. L’altra faccia della medaglia sarà però una ancora maggior dipendenza da parte dell’editoria e dell’informazione nei confronti dell’azienda di Menlo Park.

Solo un mese fa invece Mark acquistava MSQRD, app che applica filtri ed animazioni alla faccia dell’utente. Vi ricorda niente? Non è un mistero infatti che Zuckerberg abbia fagocitato anche questa app per tenere testa a Snapchat, il social che sta cercando di spodestare Facebook.

Solo dieci giorni fa è infine diventato possibile fare dirette video grazie a Facebook Live. D’ora in poi potrete infastidire i vostri amici mostrandogli dettagli noiosi della vostra vita. Come? Non vedete la differenza rispetto a prima? Beh, ora potrete infastidirli LIVE.

Proprio durante l’ultima conferenza degli sviluppatori di Facebook è stata posta enfasi su prodotti come Oculus Rift, il visore immersivo di realtà virtuale acquistato da Mark per 2 miliardi di dollari, o come Surround 360, videocamera che dalla prossima estate ci permetterà di filmare video a 360° di nuovi dettagli noiosi delle nostre vite e, perché no, della colonscopia di qualche attrice porno.

Le funzionalità di Facebook sono cambiate molto negli ultimi tempi, ma ancora maggior attenzione dovrebbe suscitare il fatto che sta facendo cambiare anche le nostre abitudini, il modo in cui comunichiamo, ci informiamo e ci comportiamo. Facebook ha già cambiato la nostra realtà definendone i canali di comunicazione ed influenzando il target della nostra attenzione. Ora, con i video a 360° ed Oculus Rift, se ne sta creando un propria di realtà. Come al solito sta a noi scegliere come entrarci.

Leave a reply

*