Vertigine

"La vertigine è una distorsione della percezione sensoriale dell'individuo. Tale distorsione influisce sul movimento dandogli un'errata percezione dello stesso, caratterizzato da perdita di equilibrio." Ora, premesso che non sto per parlare di Bonucci (anche perché per una volta non è che gli si possa dire granché) e che non si tratta di una puntata di Medicina 33, penso che comunque di vertigine se ne possa parlare nei confronti del Napoli. Mi sento, in questo caso, di sconfessare Jovanotti e la sua teoria: venerdì sera allo stadio San Paolo si è manifestata più la paura di cadere, che la voglia di volare;  gli azzurri, timidi e mai veramente convinti di poter far male ad una juve sempre sicura dietro, sono stati più che altro schiacciati dalla tensione in cui era attanagliata la città intera; ansia da prestazione che ha portato a "fare cilecca".

Altra squadra che ha sofferto di vertigine nelle ultime settimane è la Samp. Anche qui lo spartiacque è stata la partita con la juve; troppa convinzione improvvisa nei propri mezzi finisce per diventare presunzione e ne sono derivate varie sconfitte di fila.

Ma la giornata storta è arrivata anche per il Chievo; squadra che sembrava tanto concentrata sulla partita, quanto Homer Simpson sul posto di lavoro; per non parlare poi del Sassuolo, che pensavo avrebbe preso il posto del Chievo dei miracoli e invece sta colando a picco, come un bambino che entra per la prima volta in una piscina.

Ma potevamo forse congedarci senza parlare di una certa squadra, che prende gol a 30 secondi dalla fine della partita e soprattutto da un portiere che si butta sul pallone come un salmone che risale la corrente? Sì, possiamo assolutamente  congedarci.  Ora.

Leave a reply

*